Testamento biologico. Approvata Mozione di Sel

ottobre 9, 2013 in News da Duccio

“Esprimo grande soddisfazione per l’approvazione da parte del Consiglio Regionale della mozione Carta Sanitaria Elettronica – Dichiarazione di fine vita e donazione di organi e tessuti, a mia prima firma” – dichiara il Consigliere Regionale di Sinistra Ecologia e Libertà Mauro Romanelli.

“E’ una proposta che avanzavo da inizio legislatura e che avevo sollecitato con varie interrogazioni: ora finalmente l’Aula dà una chiara indicazione di lavoro alla Giunta Regionale, che dovrà convocare quanto prima un tavolo di consultazione con le associazioni di cittadini che si occupano di testamento biologico e disposizioni di fine vita”.

“L’obiettivo è inserire nel fascicolo sanitario elettronico il riferimento all’espressione di volontà in merito al tipo di terapie che l’interessato è disponibile ad accettare o meno, nel caso dovesse trovarsi nella condizione d’incapacità di esprimere il consenso alle cure per lesioni cerebrali irreversibili o invalidanti, o che costringano a trattamenti permanenti con macchine o sistemi artificiali impedenti una normale vita di relazione”.

La mozione prevede, al fine di facilitare tale espressione, di non limitare solo al medico di riferimento la possibilità di integrare i dati del Fascicolo sanitario elettronico, ma anche ad esempio al fiduciario o depositario di una disposizione o di un Testamento Biologico;

“Nella carta elettronica, inoltre, sempre secondo la Mozione approvata, dovrebbe essere inserita anche la “registrazione o dichiarazione di volontà rispetto alla donazione di organi e tessuti”.

“Arriva quindi dalla Toscana un importante segnale di civiltà e laicità, un modo pratico ed efficiente per cominciare a dibattere su questi temi e su soluzioni pratiche, senza ideologia” – conclude Romanelli.

**********************************************************************************************************************************************

Testo Mozione n. 663 Prot. n. 11698/2.18.1 del 03.07.2013 “Carta Sanitaria Elettronica. Dichiarazione di fine vita e donazione di organi e tessuti”.

 Il Consiglio Regionale

Ricordato che in Toscana dal 2010 tutti i cittadini toscani hanno ricevuto gratuitamente la Carta sanitaria elettronica, che svolge più funzioni contemporaneamente: Carta nazionale dei servizi (Cns), Tessera sanitaria nazionale (Ts), Tessera europea di assicurazione malattia (Team), Tesserino del codice fiscale;

Ricordato che con questa carta, strettamente personale, ogni cittadino potrà accedere al proprio Fascicolo sanitario elettronico, ovvero alle informazioni sanitarie che lo riguardano: attraverso la sua progressiva alimentazione nel tempo, si potrà avere sempre a disposizione le informazioni sanitarie e socio sanitarie personali, tra cui i ricoveri, le prestazioni di laboratorio effettuate, gli accessi al Pronto soccorso, i farmaci e le eventuali esenzioni e, in futuro, le prestazioni ambulatoriali, le prescrizioni e i referti delle visite specialistiche, nonché le annotazioni effettuate dal medico di medicina generale o dal pediatra di libera scelta e altro ancora;

Considerato opportuna la possibilità di far comparire nei dati del Fascicolo sanitario elettronico il riferimento all’espressione di volontà da parte del cittadino, fornita in condizioni di lucidità mentale, in merito alle terapie che intende o non intende accettare nell’eventualità in cui dovesse trovarsi nella condizione d’incapacità di esprimere il consenso alle cure per lesioni cerebrali irreversibili o invalidanti, che costringano a trattamenti permanenti con macchine o sistemi artificiali che impediscano una normale vita di relazione;

Considerata la possibile utilità, al fine di facilitare tale espressione, di non limitare solo al medico di riferimento la possibilità di integrare i dati del Fascicolo sanitario elettronico, ma anche ad esempio al fiduciario o depositario di una disposizione o di un Testamento Biologico;

Considerato necessario far comparire nei dati del Fascicolo sanitario elettronico la registrazione o dichiarazione di volontà alla donazione di organi e tessuti.

Impegna la Giunta regionale

– a convocare un tavolo di consultazione con le associazioni di cittadini che si occupano di Testamento Biologico e Disposizioni di fine vita al fine di:

° Inserire nel Fascicolo sanitario elettronico il riferimento all’espressione di volontà in merito alle terapie che un cittadino intenda o non intenda accettare, nell’eventualità in cui dovesse trovarsi nella condizione d’incapacità di esprimere il consenso alle cure per lesioni cerebrali irreversibili o invalidanti, che costringano a trattamenti permanenti con macchine o sistemi artificiali che impediscano una normale vita di relazione;

° Valutare di poter autorizzare alle suddette integrazioni dei dati del Fascicolo sanitario elettronico anche altri soggetti, oltre al medico di riferimento, quali il fiduciario o depositario di una disposizione o di un Testamento Biologico, o in alternativa di inserire nel fascicolo semplicemente il riferimento del fiduciario o depositario;

° Inserire nei dati del Fascicolo sanitario elettronico la registrazione o dichiarazione di volontà alla donazione di organi e tessuti.

Mauro Romanelli

Pieraldo Ciucchi

Marta Gazzarri